Stracotto di manzo al vino rosso

Lo stracotto di manzo al vino rosso è un piatto ricco e saporito, tipico della cucina italiana. La carne viene cotta a fuoco lento per ore insieme al vino rosso e alle verdure, fino a diventare tenera e succulenta. Ideale per una cena invernale o per occasioni speciali, lo stracotto è una ricetta che richiede pazienza ma che ripaga con un sapore unico e appagante.

Ingredienti

Preparazione

  1. Prendete la carne e tagliatela a pezzi di dimensioni simili.
  2. In una casseruola capiente, fate rosolare le cipolle, le carote e il sedano tritati con l’olio.
  3. Aggiungete l’aglio schiacciato, le foglie di alloro, i rametti di rosmarino e timo e lasciate cuocere per qualche minuto.
  4. Aggiungete i pezzi di carne alla casseruola e fateli dorare su tutti i lati.
  5. Aggiungete la farina e il concentrato di pomodoro e mescolate bene.
  6. Versate il vino rosso e lasciate sfumare per qualche minuto.
  7. Aggiungete il brodo di carne, il sale e il pepe, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 3 ore.
  8. Controllate la cottura e, se necessario, aggiungete un po’ di acqua o brodo durante la cottura.
  9. Servite lo stracotto ben caldo accompagnato da polenta o patate.

Stracotto di manzo al vino rosso

Scegliere il vino perfetto per lo stracotto: consigli utili

Scegliere il vino giusto per lo stracotto può fare la differenza nel risultato finale del piatto. Il vino deve armonizzarsi perfettamente con la carne e le spezie utilizzate nella preparazione per esaltare i sapori e i profumi. Ecco alcuni consigli utili per scegliere il vino perfetto per lo stracotto:

  • Il vino rosso è la scelta più comune per lo stracotto, meglio se corposo e tannico come un Chianti, un Barolo o un Amarone.
  • Evitare vini troppo leggeri o fruttati che non riescono a tenere il passo con la carne.
  • Valutare la regione di provenienza del vino, ad esempio utilizzare un vino locale per ottenere un abbinamento perfetto.
  • Attenzione alla quantità di vino utilizzata nella preparazione, per evitare che il sapore del piatto sia sopraffatto dal vino stesso.
Leggi anche  Braciole di Maiale Impanate al Forno Morbide

Seguendo questi consigli, sarà possibile scegliere il vino perfetto per lo stracotto e ottenere un piatto dal sapore unico e appagante.

Sfumare la carne con il vino: come si fa?

Sfumare la carne con il vino è una tecnica di cottura che permette di insaporire e rendere più morbida la carne. Ecco alcuni consigli utili per sfumare la carne con il vino:

  1. Iniziare rosolando la carne in una pentola con olio extravergine di oliva e aromi come aglio, cipolla e rosmarino.
  2. Una volta che la carne si è dorata da entrambi i lati, sfumare con il vino scelto, aggiungendo il vino a poco a poco per evitare di far raffreddare troppo la pentola.
  3. Per sfumare la carne in modo perfetto, è importante far evaporare l’alcol del vino. In questo modo, il vino diventa una sorta di glassa che rende la carne più morbida e saporita.
  4. Una volta che il vino è evaporato, aggiungere il brodo e le verdure e continuare la cottura.
  5. Ricordarsi di scegliere il vino giusto per la carne in base al tipo di carne e al piatto che si vuole preparare. In genere, per lo stracotto di manzo si utilizza un vino rosso corposo e tannico.

Sfumare la carne con il vino richiede un po’ di pratica e pazienza, ma una volta che si impara questa tecnica, si possono ottenere dei piatti davvero deliziosi.

Qual è la differenza tra brasato e stracotto? Scopriamolo insieme

Ecco alcune delle principali differenze tra brasato e stracotto:

  • Taglio di carne: Il brasato è solitamente preparato con un taglio di carne più pregiato, come la carne di manzo o di vitello, mentre lo stracotto è spesso preparato con un taglio più economico, come la carne di maiale o di manzo più grassa.
  • Cottura: Il brasato viene cotto in un tegame coperto con vino rosso e aromi, mentre lo stracotto viene cotto in un tegame con pomodori, verdure e vino.
  • Tempo di cottura: Il brasato richiede generalmente un tempo di cottura più lungo rispetto allo stracotto. Solitamente il brasato richiede dalle 3 alle 4 ore di cottura, mentre lo stracotto può richiedere dalle 2 alle 3 ore di cottura.
Leggi anche  Cosce di pollo impanate al forno

Entrambi i piatti sono deliziosi e perfetti per le occasioni speciali o semplicemente per godersi un pasto delizioso in famiglia. La prossima volta che ti trovi di fronte a un menu con brasato e stracotto, ora sai la differenza e puoi scegliere il piatto che soddisfa meglio il tuo palato.