Biscotti alla farina di riso e yogurt

I biscotti alla farina di riso e yogurt sono una variante leggera e gustosa dei classici biscotti. Grazie all’utilizzo della farina di riso e dello yogurt, sono privi di glutine e adatti anche a chi soffre di intolleranze. La consistenza è morbida e friabile, mentre il sapore delicato li rende perfetti per accompagnare una tazza di tè o caffè. Una scelta ideale per chi vuole concedersi un dolce senza rinunciare alla leggerezza.

Ingredienti

Preparazione

  1. In una ciotola, mescolare la farina di riso e lo zucchero semolato.
  2. Aggiungere l’olio di semi di girasole, lo yogurt bianco e l’uovo. Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  3. Aggiungere la bustina di lievito per dolci e la scorza grattugiata di limone (facoltativo) e mescolare nuovamente.
  4. Formare delle palline con l’impasto e disporle su una teglia rivestita con carta forno, schiacciandole leggermente con il palmo della mano.
  5. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti, o fino a quando i biscotti risulteranno dorati.
  6. Sfornare e lasciar raffreddare completamente i biscotti.
  7. Se desiderato, spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.

Biscotti alla farina di riso e yogurt

Gli utilizzi della farina di riso: tutto quello che devi sapere!

La farina di riso è un ingrediente molto versatile e utilizzato in moltissime ricette, ma spesso poco conosciuto. Ecco tutto quello che devi sapere sugli utilizzi della farina di riso:

  • Senza glutine: la farina di riso è priva di glutine, quindi può essere utilizzata in sostituzione della farina di grano in tutte le ricette per rendere i piatti adatti a chi soffre di intolleranza al glutine.
  • Dolci: la farina di riso è spesso utilizzata nella preparazione di dolci come torte, biscotti e crepes, per conferire un sapore delicato e una consistenza morbida.
  • Sfarinati: la farina di riso è un ottimo sfarinato per evitare che gli ingredienti si attacchino durante la cottura, soprattutto quando si preparano piatti fritti.
  • Impasti leggeri: la farina di riso conferisce una leggerezza agli impasti che la rende adatta alla preparazione di gnocchi, pasta fresca e pane.
Leggi anche  Torta alla Frutta con Pan di Spagna e Crema Chantilly

Inoltre, la farina di riso può essere utilizzata come addensante in zuppe e salse, oppure come base per la preparazione di creme e gelati.

Perché la farina di riso non lievita: scopri il motivo!

La farina di riso è un ingrediente utilizzato per molte preparazioni culinarie, ma a differenza di altre farine, non contiene glutine e non lievita come si potrebbe pensare. Ecco alcuni motivi per cui la farina di riso non lievita:

  • Assenza di glutine: la farina di riso non contiene glutine, che è una proteina che aiuta la lievitazione degli impasti;
  • Bassa presenza di amido: l’amido presente nella farina di riso non è sufficiente a sostenere la lievitazione;
  • Bassa presenza di proteine: le proteine presenti nella farina di riso non sono in grado di sostenere la lievitazione come quelle presenti in altre farine.

Pertanto, se si vuole utilizzare la farina di riso in una ricetta che richiede la lievitazione, sarà necessario utilizzare un agente lievitante come il lievito chimico. Tuttavia, la farina di riso può essere utilizzata per preparare molti piatti, come dolci, biscotti, crespelle e gnocchi, senza alcun problema di lievitazione.

Qual è la differenza tra farina di riso e amido di riso? Scoprilo qui!

La farina di riso e l’amido di riso sono due prodotti molto simili, ma ci sono alcune differenze importanti tra loro. Ecco le principali:

Farina di riso:

  • È ottenuta dalla macinazione del riso integrale.
  • Contiene il germe e il rivestimento esterno del chicco di riso.
  • È utilizzata per preparare prodotti da forno come pane, focacce e biscotti.
  • Ha un sapore più forte e un colore più scuro dell’amido di riso.
Leggi anche  Torta Senza Zucchero e Burro con Yogurt

Amido di riso:

  • È ottenuto dalla separazione del chicco di riso dal suo rivestimento esterno e dal germe.
  • È usato come addensante o legante in salse e zuppe.
  • È spesso utilizzato in pasticceria per la preparazione di creme e budini.
  • Ha un sapore neutro e un colore bianco puro.