Marmellata di ciliegie: ricetta con poco zucchero

Questa ricetta di marmellata di ciliegie con poco zucchero è perfetta per chi vuole gustare la dolcezza delle ciliegie senza eccedere con gli zuccheri. La preparazione è semplice e veloce, basta cuocere le ciliegie con poca quantità di zucchero e mescolare di tanto in tanto. Il risultato è una marmellata dal sapore intenso e naturale, ideale per la colazione o per accompagnare i formaggi. Provare per credere!

Ingredienti

Preparazione

  1. Lavare le ciliegie, asciugarle e snocciolarle.
  2. Mettere le ciliegie in una pentola insieme allo zucchero di canna e al succo di limone. Mescolare bene.
  3. Accendere il fuoco a fiamma media e portare il composto a bollore, mescolando di tanto in tanto.
  4. Ridurre la fiamma e continuare a mescolare per evitare che la marmellata si attacchi alla pentola. Cuocere per circa 45 minuti o fino a quando la marmellata si sarà addensata.
  5. Testare la consistenza della marmellata, versando un po’ di composto su un piattino freddo. Se la marmellata si rapprende, è pronta.
  6. Versare la marmellata calda nei barattoli sterilizzati, chiudere bene e capovolgere i barattoli per creare il sottovuoto. Lasciare raffreddare completamente.

Marmellata di ciliegie: ricetta con poco zucchero

Gli effetti di non utilizzare lo zucchero nella preparazione della marmellata

Benefici:

  • Riduzione dell’apporto calorico: la marmellata senza zucchero ha un contenuto calorico molto inferiore rispetto a quella tradizionale. Questo la rende una scelta ideale per coloro che seguono una dieta ipocalorica.
  • Mantenimento del sapore originale: la rimozione dello zucchero consente di apprezzare meglio il sapore autentico della frutta, senza l’eccessiva dolcezza che spesso caratterizza le marmellate tradizionali.
  • Riduzione dei picchi glicemici: l’assenza di zuccheri raffinati nella marmellata senza zucchero aiuta a mantenere bassi i livelli di zucchero nel sangue.
Leggi anche  Torta agli amaretti e mele

Svantaggi:

  • Ridotta conservazione: la mancanza di zucchero nella marmellata rende difficile la conservazione a lungo termine. È consigliabile quindi consumare la marmellata entro poche settimane dalla preparazione.
  • Texture diversa: la marmellata senza zucchero tende ad essere meno densa e meno gelatinosa rispetto a quella tradizionale.
  • Difficoltà di preparazione: la rimozione dello zucchero richiede una maggiore attenzione nella preparazione della marmellata, in quanto è necessario aggiungere altri ingredienti per ottenere la giusta consistenza.

Calcolo della quantità di zucchero nella marmellata: ecco come fare

Il calcolo della quantità di zucchero nella preparazione della marmellata è un passaggio importante per ottenere una consistenza e un sapore perfetti. Ecco alcuni consigli per fare il calcolo giusto:

  • La quantità di zucchero da aggiungere dipende dal tipo di frutta utilizzata e dal suo grado di maturazione. Più la frutta è matura, meno zucchero sarà necessario aggiungere.
  • Un’altra regola generale è di utilizzare un quantitativo di zucchero pari al peso della frutta. Ad esempio, per un kg di frutta si utilizza 1 kg di zucchero.
  • Per le ricette a basso contenuto di zucchero, si può utilizzare una quantità pari al 30-50% del peso della frutta, a seconda della dolcezza desiderata.
  • Il succo di limone può aiutare a regolare la quantità di zucchero necessaria grazie alla sua acidità naturale.
  • È importante anche considerare la capacità di gelificazione della frutta utilizzata. Frutti ricchi di pectina come mele, agrumi e uva richiedono meno zucchero rispetto a frutti meno ricchi di questa sostanza.

Seguendo questi consigli e facendo qualche prova, sarà possibile trovare la quantità di zucchero giusta per ogni tipo di frutta e ottenere la marmellata perfetta.

Leggi anche  Torta con carote e noci

Limone nella marmellata: perché è un ingrediente indispensabile

Il limone è un ingrediente fondamentale nella preparazione della marmellata. Ecco alcuni motivi:

  • Aggiunge acidità: il limone è acido e l’aggiunta del suo succo nella marmellata aiuta a bilanciare la dolcezza del frutto e ad evitare che la marmellata risulti troppo dolce;
  • Aiuta la conservazione: l’acidità del limone aiuta a prevenire la crescita batterica nella marmellata, garantendone una migliore conservazione;
  • Aumenta la gelificazione: la presenza di pectina nella marmellata è importante per la sua consistenza gelatinosa. Il limone è ricco di pectina e aiuta quindi a aumentare la gelificazione della marmellata;
  • Aggiunge sapore: il succo di limone aggiunge un tocco di freschezza e aroma alla marmellata, migliorando il suo sapore complessivo.

Lascia un commento